Wednesday, Nov 22nd

Ultimo aggiornamento03:01:00 AM GMT

Storie di Firenze e di Fiorentini

I Fiorentini nel Mondo ricordano Oriana Fallaci

Oriana Fallaci 1I Fiorentini nel Mondo ricordano l'anniversario dei nove anni dalla morte di Oriana Fallaci. Giornalista, scrittrice da venti milioni di copie vendute con i suoi libri. Una figlia di Firenze e della Toscana, nata proprio nel capoluogo nel 1929. Se ne andò il 15 settembre 2006. Di lei si è detto e scritto di tutto. Ma il coraggio delle sue idee è rimasto nel cuore di molti.

 

Leggi tutto...

"Ona ona ona, ma che bella rificolona"

  Il 7 settembre si festeggia a Firenze e nei comuni limitrofi la Festa della Rificolona, festa tradizionale legata alla natività della Vergine.

La parola 'rificolona', deriva dall'antico termine 'fierucola', cioè festa piccola, di poca importanza. La storpiatura del termine, da fierucola a fiericulona e successivamente a rificolona, è dovuta all’atteggiamento derisorio dei fiorentini che schernivano le donne del contado dai floridi deretani.

 

Leggi tutto...

Fiorentini nel Mondo da Firenze a Singapore

Florence to Singapore smallDa Firenze a Singapore per ripetere il primo Overland 60 anni dopo. Sotto il patrocinio e la promozione dei Fiorentini nel Mondo, due ragazzi toscani appena laureati sono stati nominati Ambasciatori in viaggio dell'associazione e, a bordo di una Land Rover, tentano di completare il viaggio entro la fine dell’anno. Due ragazzi e un viaggio di quattro mesi per due continenti: 30mila chilometri in auto da Firenze a Singapore, 60 anni dopo il primo Overland. E questa volta sarà possibile seguirlo anche su web e social.

Leggi tutto...

Fiamma Nirenstein, Delegato dei Fiorentini nel Mondo a Gerusalemme, sarà Ambasciatrice d’Israele in Italia

fiamma nirensteinFiamma Nirenstein, Delegato dei Fiorentini nel Mondo a Gerusalemme, sarà Ambasciatrice d’Israele in Italia. Diplomatica per natura non lo è mai stata, ma in sintonia con il conservatore Benjamin Netanyahu e profondamente, entusiasticamente e orgogliosamente sionista lo è. Fiamma Nirenstein, giornalista, già deputata del Popolo della libertà e vicepresidente della commissione Esteri della Camera, sarà il prossimo ambasciatore d’Israele a Roma. «Sono commossa e felice, si tratterà della continuazione del lavoro di una vita», diceva ieri sera al telefono dopo aver avuto conferma della designazione quando è scesa dall’aereo partito dall’Italia per portarla Tel Aviv, tappa necessaria per raggiungere la casa di Gilo, Gerusalemme, affacciata su una bella vallata. La sua intesa con Netanyahu deve essere stata avvantaggiata dal fatto che nessuno dei due ha gran che a che fare con certe cautele e certi giri di frasi della diplomazia: due temperamenti pugnaci, propensi alla lotta più che al negoziato.

Leggi tutto...

Firenze festeggia San Lorenzo, compatrono della Città del Giglio

san lorenzo firenzeTornano le tradizionali celebrazioni per il giorno di San Lorenzo. A Firenze i cittadini si riuniranno per i festeggiamenti del compatrono della città. Il programma inizia alla fin dalla mattina, con una sfilata del corteo della Repubblica fiorentina. Partirà dal Palagio di Parte Guelfa verso Palazzo Vecchio e all'Arengario sarà consegnato il Gonfalone della città. Il corteo arriverà infine alla basilica di San Lorenzo. Qui, alle ore 11, l'arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori dove, celebrerà la  Santa Messa con l'offerta dei ceri da parte del sindaco Dario Nardella e concluderà con la benedizione alla città. La sera poi in piazza San Lorenzo la tradizionale cena a base di pasta al pomodoro e cocomero. Sottofondo musicale e stelle cadenti.

Leggi tutto...

Fiorenza, 9 Agosto 1530

san miniatoQuel 9 Agosto del 1530 Fiorenza si svegliò con un grande frastuono di voci. Il cielo era plumbeo e non sembrava certo un bel giorno d'estate, anche se il caldo si faceva sempre sentire con la sua afa. Aveva dormito molto, dopo che il giorno prima aveva vissuto in prima persona accanto a suo babbo tutte le vicende legate alla possibile fine dell'assedio. Quel Malatesta Baglioni avrebbe decretato la fine della Repubblica e della libertà come diceva il babbo, si però forse avrebbe evitato guai ben peggiori alla città visto che ormai ogni speranza era persa.

Leggi tutto...

Salvatore Ferragamo, fiorentino nel mondo

Salvatore FerragamoIl 7 agosto 1960 muore il "calzolaio dei sogni" Salvatore Ferragamo. Nel 1927 si stabilì a Firenze, dove aprì un laboratorio: qui seppe coniugare i metodi della catena di montaggio con la manualità artigiana. Dopo aver sfiorato il fallimento in seguito alla crisi del 1929, alla fine degli anni Trenta raggiunse una grande notorietà grazie alla scarpa ortopedica con la suola di sughero. Si dice che la sua passione sia nata dopo aver creato per le sorelle le prime calzature. Dopo aver lavorato per un anno a Torre del Greco da un calzolaio, tornò a Bonito, dove aprì un piccolo negozio in cui produceva scarpe su misura per le signore del posto. Nel 1914 partì per gli Stati Uniti per raggiungere uno dei fratelli a Boston, che lavorava in una fabbrica di scarpe. Dopo una breve permanenza si trasferì in California, inizialmente a Santa Barbara, dove aprì una bottega di riparazione e fabbricazione su misura di scarpe.

Leggi tutto...

L’Ascesa di Orfeo al Bargello

adi da samraj ascesa di orfeo museo nazionale del bargello 02Il Museo Nazionale del Bargello di Firenze ospita una mostra di un artista contemporaneo, L’Ascesa di Orfeo: Fra e Oltre Rappresentazione e Astrazione di Adi Da Samraj. L’esposizione, che inaugura il 9 luglio e resterà aperta fino all’11 ottobre nelle due gallerie che si affacciano sul cortile del Bargello, presenta le opere tratte dalle suites Orfeo Uno e Linead Uno, realizzate dall’artista americano nel 2007. In oltre quarant’anni di attività, Adi Da ha esplorato nuove forme di tecnologia digitale, producendo immagini complesse e sofisticate.

Leggi tutto...

I Fiorentini cacciano il Duca di Atene

duca di atene 1Il 6 agosto 1343 Gualtieri di Brienne duca di Atene lascia la città di Firenze scortato dal conte Simone di Battifolle, dai soldati senesi, dai Magnati, dai Popolani e dai più possenti cittadini del Comune. Il duca, dopo un assedio di 12 giorni che lo costringe a restare chiuso nel palazzo ducale, oggi Palazzo Vecchio, raggiunge un accordo con i fiorentini. Il patto prevede la rinuncia alla signoria sulla città in cambio della salvezza della sua persona. Per la sua salvaguardia, l'angioino aggiunse come clausola che la ratifica del patto sarebbe avvenuta solo dopo essere uscito dal territorio controllato dalla città gigliata, così sarà, infatti la firma della promessa avviene nel castello di Poppi. Si chiude così una delle pagine più dure della storia di Firenze. Nato dal conte Gualtieri V e da Giovanna di Chatillon, figlia del Conte di Porcien, connestabile del Re di Francia Filippo IV.

Leggi tutto...

La festa di Sant'Anna e il regime di Gualtieri di Brienne

duca di atene 4La festa di Sant'Anna è una delle ricorrenze riconosciute dal Comune di Firenze e ancora oggi celebrata. La festa, molto conosciuta dai fiorentini, è legata alla recuperata libertà da parte di Firenze dopo la rinuncia di Gualtieri di Brienne del titolo di signore. l'importanza di questa festa la ritroviamo nella cronica di Giovanni Villani: "S’ordinò per lo Comune, che lla festa di Santa Anna si guardasse come Pasqua sempre in Firenze" . Come affermato la solennità è conosciuta dai fiorentini, ma la cosa curiosa è che pochi conoscono i  come sono accaduti i fatti che hanno portato a festeggiare questa ricorrenza. Il perché di ciò va ricercato in una piccola curiosità. La storia del duca di Atene e della sua “tirannia” è così conosciuta a Firenze che si tramanda di bocca in bocca, ma, come spesso accade per i fatti che passano di generazione in generazione per via orale, si è ingigantita e cambiata da quello che invece è la tradizione scritta.

Leggi tutto...

Pagina 7 di 60

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze