Wednesday, Jul 26th

Ultimo aggiornamento02:52:39 PM GMT

Storie di Firenze e di Fiorentini

Firenze festeggia San Lorenzo, compatrono della Città del Giglio

san lorenzo firenzeTornano le tradizionali celebrazioni per il giorno di San Lorenzo. A Firenze i cittadini si riuniranno per i festeggiamenti del compatrono della città. Il programma inizia alla fin dalla mattina, con una sfilata del corteo della Repubblica fiorentina. Partirà dal Palagio di Parte Guelfa verso Palazzo Vecchio e all'Arengario sarà consegnato il Gonfalone della città. Il corteo arriverà infine alla basilica di San Lorenzo. Qui, alle ore 11, l'arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori dove, celebrerà la  Santa Messa con l'offerta dei ceri da parte del sindaco Dario Nardella e concluderà con la benedizione alla città. La sera poi in piazza San Lorenzo la tradizionale cena a base di pasta al pomodoro e cocomero. Sottofondo musicale e stelle cadenti.

Leggi tutto...

Fiorenza, 9 Agosto 1530

san miniatoQuel 9 Agosto del 1530 Fiorenza si svegliò con un grande frastuono di voci. Il cielo era plumbeo e non sembrava certo un bel giorno d'estate, anche se il caldo si faceva sempre sentire con la sua afa. Aveva dormito molto, dopo che il giorno prima aveva vissuto in prima persona accanto a suo babbo tutte le vicende legate alla possibile fine dell'assedio. Quel Malatesta Baglioni avrebbe decretato la fine della Repubblica e della libertà come diceva il babbo, si però forse avrebbe evitato guai ben peggiori alla città visto che ormai ogni speranza era persa.

Leggi tutto...

Salvatore Ferragamo, fiorentino nel mondo

Salvatore FerragamoIl 7 agosto 1960 muore il "calzolaio dei sogni" Salvatore Ferragamo. Nel 1927 si stabilì a Firenze, dove aprì un laboratorio: qui seppe coniugare i metodi della catena di montaggio con la manualità artigiana. Dopo aver sfiorato il fallimento in seguito alla crisi del 1929, alla fine degli anni Trenta raggiunse una grande notorietà grazie alla scarpa ortopedica con la suola di sughero. Si dice che la sua passione sia nata dopo aver creato per le sorelle le prime calzature. Dopo aver lavorato per un anno a Torre del Greco da un calzolaio, tornò a Bonito, dove aprì un piccolo negozio in cui produceva scarpe su misura per le signore del posto. Nel 1914 partì per gli Stati Uniti per raggiungere uno dei fratelli a Boston, che lavorava in una fabbrica di scarpe. Dopo una breve permanenza si trasferì in California, inizialmente a Santa Barbara, dove aprì una bottega di riparazione e fabbricazione su misura di scarpe.

Leggi tutto...

L’Ascesa di Orfeo al Bargello

adi da samraj ascesa di orfeo museo nazionale del bargello 02Il Museo Nazionale del Bargello di Firenze ospita una mostra di un artista contemporaneo, L’Ascesa di Orfeo: Fra e Oltre Rappresentazione e Astrazione di Adi Da Samraj. L’esposizione, che inaugura il 9 luglio e resterà aperta fino all’11 ottobre nelle due gallerie che si affacciano sul cortile del Bargello, presenta le opere tratte dalle suites Orfeo Uno e Linead Uno, realizzate dall’artista americano nel 2007. In oltre quarant’anni di attività, Adi Da ha esplorato nuove forme di tecnologia digitale, producendo immagini complesse e sofisticate.

Leggi tutto...

I Fiorentini cacciano il Duca di Atene

duca di atene 1Il 6 agosto 1343 Gualtieri di Brienne duca di Atene lascia la città di Firenze scortato dal conte Simone di Battifolle, dai soldati senesi, dai Magnati, dai Popolani e dai più possenti cittadini del Comune. Il duca, dopo un assedio di 12 giorni che lo costringe a restare chiuso nel palazzo ducale, oggi Palazzo Vecchio, raggiunge un accordo con i fiorentini. Il patto prevede la rinuncia alla signoria sulla città in cambio della salvezza della sua persona. Per la sua salvaguardia, l'angioino aggiunse come clausola che la ratifica del patto sarebbe avvenuta solo dopo essere uscito dal territorio controllato dalla città gigliata, così sarà, infatti la firma della promessa avviene nel castello di Poppi. Si chiude così una delle pagine più dure della storia di Firenze. Nato dal conte Gualtieri V e da Giovanna di Chatillon, figlia del Conte di Porcien, connestabile del Re di Francia Filippo IV.

Leggi tutto...

La festa di Sant'Anna e il regime di Gualtieri di Brienne

duca di atene 4La festa di Sant'Anna è una delle ricorrenze riconosciute dal Comune di Firenze e ancora oggi celebrata. La festa, molto conosciuta dai fiorentini, è legata alla recuperata libertà da parte di Firenze dopo la rinuncia di Gualtieri di Brienne del titolo di signore. l'importanza di questa festa la ritroviamo nella cronica di Giovanni Villani: "S’ordinò per lo Comune, che lla festa di Santa Anna si guardasse come Pasqua sempre in Firenze" . Come affermato la solennità è conosciuta dai fiorentini, ma la cosa curiosa è che pochi conoscono i  come sono accaduti i fatti che hanno portato a festeggiare questa ricorrenza. Il perché di ciò va ricercato in una piccola curiosità. La storia del duca di Atene e della sua “tirannia” è così conosciuta a Firenze che si tramanda di bocca in bocca, ma, come spesso accade per i fatti che passano di generazione in generazione per via orale, si è ingigantita e cambiata da quello che invece è la tradizione scritta.

Leggi tutto...

La Tettoia dei Pisani a Firenze

Tettoria dei pisani 2Costruito ne 1871 su progetto dell'architetto Landi, il Palazzo delle Assicurazioni rappresenta l'ultimo grande edificio realizzato in piazza della Signoria. Non tutti sanno che, molti secoli prima, al suo posto si trovavano la Loggia o tettoia dei Pisani e la chiesa di Santa Cecilia, entrambe scomparse. Il nome della tettoia deriva dai suoi costruttori: la loggia infatti fu edificata per mano di alcuni prigionieri pisani, condotti nella città di Firenze in seguito alla celebre battaglia di Cascina, dove nel 1364 le truppe fiorentine sconfissero quelle di Pisa. La chiesa di Santa Cecilia invece, risalente addirittura al IX secolo, sorgeva in quella piazzetta che porta ancora il suo nome vicino piazza della Signoria.

Leggi tutto...

Festa di Sant’Anna, gli eventi fiorentini 2015

OrsanmicheleDomani 26 luglio, come ogni anno, sarà celebrata la Festa di Sant’Anna. Tre, in particolare, gli appuntamenti in programma a Firenze, nella Chiesa e Museo di Orsanmichele dove è custodita, nella volta affrescata della terza campata della navata settentrionale, che sovrasta l’altare a Essa dedicato, l’immagine della Santa co-Patrona di Firenze, dipinta nel 1398 da Mariotto Di Nardo, una delle più antiche della città. Dopo la Messa in Duomo partirà il pellegrinaggio dei cavalieri fiorentini di Parte Guelfa che andranno a Roma a cavallo per recapitare l'invito a Firenze a Papa Francesco.

Leggi tutto...

La Cavalleria di Parte Guelfa in pellegrinaggio a cavallo a Roma

Parte Guelfa logoIl pellegrinaggio dei Cavalieri di Parte Guelfa a Roma, nel 150° anniversario di Firenze Capitale d'Italia, nell’anno nel quale Firenze riceverà la visita papale e sarà sede del quinto Convegno Ecclesiale Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana, ha il significato profondo di testimoniare a Papa Francesco l'amore dei fiorentini attraverso il sacrificio e l'umiltà che ogni pellegrinaggio impone.Al Pontefice saranno recapitati i messaggi di molte istituzioni civili e religiose di Firenze tra le quali la lettera di invito del Sindaco ed altri speciali doni e documenti legati alle tradizioni religiose fiorentine quali simboli di affezione e di ospitalità. I pellegrini lasceranno Firenze dopo la celebrazione della Santa Messa in Santa Maria del Fiore in occasione della Festa di Sant'Anna, Patrona delle Arti Fiorentine, che si terrà la mattina di Domenica 26 Luglio 2015.

 

Leggi tutto...

Concorso di Poesia "La Mia Firenze"

divina commedia danteLa Parrocchia San Bartolo, la Biblioteca Canova dell'Isolotto, la Casa del Popolo ed il Circolo M.C.L. con il patrocinio della Regione Toscana bandiscono il quarto concorso di poesia San Bartolo sul tema "La Mia Firenze". Il regolamento prevede un premio articolato in due sezioni: Poesia “a tema libero” e Poesia a tema su “la mia Firenze”. Possono partecipare al concorso tutti gli autori italiani e stranieri che abbiano compiuto 18 anni. Le composizioni, massimo 40 versi, devono essere in lingua italiana o straniera corredata da traduzione. Ogni partecipante può concorrere con al massimo tre opere per ciascuna sezione.

Leggi tutto...

Pagina 7 di 59

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze