Sunday, Jul 22nd

Ultimo aggiornamento10:36:56 AM GMT

Si rinnova il gemellaggio Firenze-Edimburgo

Si rinnova il gemellaggio Firenze-Edimburgo

 Si rinnova il gemellaggio Firenze-Edimburgo

Martedì 23 giugno, ore 11,30, nel Salone de' Dugento, si tiene la cerimonia del rinnovo del Patto di Gemellaggio tra Firenze e Edimburgo, in occasione del 50° anniversario del sodalizio tra le due città. Intervengono il Lord Provost di Edimburgo, Donald Wilson, e il Sindaco di Firenze, Dario Nardella.
Nel pomeriggio, ore 17,  il programma del gemellaggio prosegue in chiave storico-letteraria. 

 

Al Memoriale di Santa Croce alcuni importanti esponenti della poesia scozzese contemporanea leggono e commentano le poesie, tradotte in inglese, dedicate da Giuseppe Ungaretti alla Grande Guerra  (il volume Like leaves in autumn- Responses to the war poetry of Giuseppe Ungaretti, a cura di Carlo Pirozzi e Katherine Lockton è edito da Luath Press, Edimburgo), realizzando così una significativa saldatura con il centenario del primo conflitto mondiale del ‘900. Alla lettura dei testi si alterneranno dei brani musicali. L'iniziativa rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra Mondiale, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Edimburgo vanta 1.500 anni di storia, in buona parte strutturata attorno al suo straordinario castello che rappresenta tuttora il centro nevralgico della città, riconosciuta patrimonio Unesco dal 1995. Negli ultimi decenni la città scozzese ha conosciuto una impetuosa crescita turistica legata alla valorizzazione del suo centro storico e, soprattutto, ad una attivissima stagione estiva imperniata sul noto festival teatrale, che presenta una duplice versione, quella istituzionale e quella off, denominata Fringe, una vetrina per le esperienze di frontiera e per i nuovi linguaggi espressivi, dagli artisti di strada alle forme di sperimentalismo più  accentuato e provocatorio. Un approccio che sicuramente risuona anche nelle proposte e nella filosofia dell’estate fiorentina.  
Tra le tante personalità di spicco nate ad Edimburgo ricordiamo i celebri scrittori Robert Louis Stevenson e Arthur Conan Doyle (il creatore  di Sherlock Holmes) e il filosofo David Hume, considerato il fondatore dell’empirismo, secondo cui la conoscenza umana non viene dedotta da un patrimonio di idee innate, come sostenuto da Cartesio, ma scaturisce dall’esperienza sensibile in rapporto con la realtà esterna.

 

Per chi volesse partecipare alla Cerimonia alleghiamo da presentare all'ingresso: INVITO PERSONALE

 

 

  

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze