Friday, Apr 20th

Ultimo aggiornamento03:01:00 AM GMT

L'altezza della cultura: il Campanile di Giotto

L'altezza della cultura: il Campanile di Giotto

Campanile di GiottoNel pantheon delle glorie culturali che costituisce il centro storico di Firenze, è possibile indentificare un certo capolavoro, un monumento totemico, che dà lode perenne agli ideali artistici ed intellettuali della città del Rinascimento. Costruito tra il 1334 e il 1348, il Campanile di Santa Maria del Fiore era progettato dal Maestro di nuova nomina delle Opere della Duomo e genio della prima generazione del Rinascimento, Giotto di Bondone. L'edificio è un faro luminoso per la città, ed è pieno del simbolismo che illustra l'ethos umanistico Fiorentino che armonizza e integra tutti gli aspetti del impegno culturale ed intellettuale: la scienza e la religione, le arti meccaniche e le arti liberali, il mondo antico e quello contemporaneo - le dualità sempre comprese come le due ali della stessa aquila (quella rossa della Parte Guelfa, naturalmente), la quale attraverso l’attività dei grandi pensatori scolastici e umanistici della città prese volo e trasmise lo stesso ethos in tutto il mondo europeo.

 Cominciando dalla materia della sua costruzione, si può essere visto come una sintesi dell'abbondanza della terra, della bellezza della Toscana: il marmo pregiato nei suoi tre colori distintivi che si riflettono nella bandiera Italiana moderna, era scavato da siti a Carrara, Prato e Siena. Da questo fondamento di buon auspicio, un splendido fiore fiorì: ricevendo nutrimento creativo non solo da Giotto, ma anche da molti altri architetti celebri, tra cui Andrea Pisano, Luca della Robbia e Francesco Talenti, i Fiorentini progettarono in modo che il loro monumento dovrebbe rappresentare l'accumulazione della conoscenza umana: utilizzando a grande effetto il tecnico del rilievo in marmo, le immagini invocano la cultura classica recentemente riscoperta (le figure come Foroneo, Euclide e Pitagora) accanto ai episodi della Bibbia; il sincretismo religioso dell'umanesimo è rappresentato, in quanto le figure esoteriche come la Sibilla Tiburtina appaiono accanto a Davide e Salomone del Antico Testamento; e la sistema medievale dell'educazione - rappresentata dalle allegorie della grammatica, la logica e la dialettica - è celebrata insieme con gli sforzi rinascimentali della poesia, la musica, l'architettura e l'astronomia. Secondo il grande architetto e cronista, Lorenzo Ghiberti, Giotto ‘Condusse l’arte a grandissima perfezione’ (Commentario II); e con il suo Campanile, ha creato un monumento simbolico che trascende stile artistico per avere una bellezza perenne e un significato luminoso che dura per la città.

 

 

Autore

Oliver Hickman

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze