Wednesday, Nov 22nd

Ultimo aggiornamento03:01:00 AM GMT

I Fiorentini nel Mondo e Folgore da San Gimignano

I Fiorentini nel Mondo e Folgore da San Gimignano

Folgore da San Gimignano calendario 2017 smallDove si incontrano un poeta del 1200 e un vignettista del 2000? A San Gimignano! Un cartoonist italiano residente a Londra ha rispolverato un antico protagonista della letteratura italiana per “rivestirlo” in panni contemporanei: costumi del 1200 rivisti in design contemporaneo. Iacopo di Michele, detto FOLGORE da San Gimignano, e Alessandro Moscogiuri, detto A°Mos the Dark, hanno unito la loro “arte di penna” in un calendario sponsorizzato dalla Regione Toscana, dal Comune senese e dall’Associazione Fiorentini nel Mondo. L’iniziativa merita di essere segnalata nell’ambito della XVI edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, in programma dal 17 al 23 ottobre, dedicata alla creatività italiana e ai suoi marchi.

Fiorentino di Londra, Amos ha illustrato i sonetti dei mesi di Folgore: 12 tavole inedite e originali disegnate a mano, ispirate alle rime del cavaliere, uomo d’armi e letterato che nacque a San Gimignano intorno al 1270. I “Sonetti dei mesi” risalgono alla sua maturità, nella tradizione della letteratura comica senese e toscana con parodie in tono quasi giullaresco. Prendevano gentilmente in giro la società dell’epoca. In modo così delicato che questa si sentiva onorata dell’omaggio allegorico del poeta sulle righe della cortesia cavalleresca alla moda francese. Folgore, tuttavia, con l’occhio esercitato del toscano arguto che alternava la professione militare a quella del cortigiano, inneggiava alla borghesia in ascesa con un fi lo di ironia per voler imitare appunto un tipo di vita di corte, nobile e cortese, un po’ stretto nelle scarpe dei prosaici mercanti che lo circondavano. “Dodici Mesi di Baldoria nella Toscana del Dugento, in Satira Surreale Contemporanea” è Il sottotitolo del calendario, così gioiosamente enfatico in stile realistico-giocoso da risultare bonariamente comico, una vena colta in modo fantasioso e fantastico nelle illustrazioni di Amos, da diventare appunto satira surreale. Un’interpretazione personale di quella società in cui fa rispecchiare la nostra attraverso la lente aberrante delle pubblicità, propagande e martellamenti di media e social networks: un accumulo di” fi guranti” anche assurdi, ma non troppo, che si ispirano ai personaggi e alle situazioni descritti da Folgore, il cui variopinto arazzo della società-bene del 1200 diventa un manifesto di quella del 2000. In questi allegri sonetti di vita gaudente guidata da tali Tingoccio, Min di Tingo, Ancaiano, Bartolo, Magavero e Faigotto, fieri e cortesi come antichi cavalieri nonostante i nomi caserecci, si aff ollano personaggi e situazioni trasformati da A°Mos in caricature non aggressive né indulgenti, che sotto la vis comica fanno pensare. “Non mi sono adattato passivamente ai sonetti- dice il vignettista - ho visto con gli occhi di Folgore non tanto quello che viveva lui quanto ciò che circonda me: ho ritratto il mondo come lo vedo io oggi, parodiando quello di Folgore” Cioè con lenti focalizzate sulla vena di follia che serpeggia nella nostra società, raffigurando una specie di tragicommedia estrapolata dai sonetti duecenteschi, ambientata fuori dal tempo. Non c’è nulla di “politically correct”: uomini che sono animali e animali che sono umani. Stridenti contrasti di costume e clichè. Sovrapposizioni di situazioni con allucinazioni. Schizofrenia collettiva in realtà paradossali. Terry Gilliam, defi nito “l’occhio che guarda il visionario”, approverebbe. Dopo tutto A°Mos è cresciuto con i Monty Python e ha un University Degree in Film and Broadcast Production. E come Gilliam tende a inglobare molti particolari nella medesima scena, spesso con ritmo allucinante ad effetto psichedelico. Il Calendario è infatti dedicato a Terry Gilliam, che verrà invitato alla serata di presentazione organizzata dai Fiorentini nel Mondo per l’annuale scambio di auguri a dicembre, a Firenze. L’omaggio di A°Mos a Folgore diventa una fantasmagoria di riferimenti antichi e moderni in un’atmosfera quasi onirica a tratti festosa, a tratti cinica, sempre irriverente e pungente anche sotto una superfi cie apparentemente indulgente e innocua. Immagini eclettiche e incalzanti come le rime a cui si riferiscono, ma che diventano più surreali quanto più queste sono descrittive, disegnando con felicità di immaginazione l’ideale di vita ricca e raffinata raccontata da Folgore. Il favoloso tono narrativo di questo, così preciso nel descrivere attività, addobbi e arredi, situazioni, oggetti e persone quasi con gusto miniaturistico, rivive con la stessa minuzia nella penna di A°Mos, che catapulta l’Allegra Brigata, nobile e cortese, dal 1200 nel 2017 con gli “eff etti speciali” della satira contemporanea Il Calendario è disponibile anche contattando l’artista su: www.amosthedark.blogspot.com

 

Folgore da San Gimignano calendario 2017

 

 

Autore

Margherita Calderoni

 

 

  

 

 

corri la vita logo

tnm

 

img-esteri

 

logo comune firenze